lunedì , Luglio 22 2019
Home / Americhe / Shutdown negli Stati Uniti: quali sono gli uffici che si fermano

Shutdown negli Stati Uniti: quali sono gli uffici che si fermano

Il blocco delle attività federali per mancanza di fondi è scattato il 22 dicembre del 2018, ed è il più lungo finora nella storia degli Stati Uniti: dura infatti da 22 giorni, uno in più di quello che ci fu 23 anni fa con l’amministrazione Clinton. Tecnicamente, si tratta di una paralisi amministrativa che si verifica quando il Congresso non riesce ad approvare la legge di bilancio che rifinanzia le attività amministrative: un’approvazione che richiedere il parere positivo di entrambi i rami del Parlamento, ovvero Camera dei rappresentanti e Senato.

In questo caso non ci è riuscito perché il presidente Donald Tump avrebbe voluto inserire nel bilancio la spesa per il muro al confine tra Usa e Messico, osteggiata dai Democratici. Da notare che questo contrasto è possibile negli Usa ma non in altri sistemi parlamentari, come l’Italia: perché da noi il governo è espressione della maggioranza parlamentare, e quindi se il Parlamento non approva il bilancio, il governo cade e si va a nuove elezioni.

Ora il presidente, se volesse, potrebbe dichiarare l’emergenza nazionale, per ottenere i fondi. Ma ha detto che non la dichiarerà così velocemente, convinto che il muro e la sicurezza del confine siano qualcosa che il Congresso può fare.

.

Leggi Anche

I4T: annullamento protagonista nelle scelte del trade

Cresce la quantità e, soprattutto, migliora la qualità del prodotto assicurativo venduto nelle agenzie: è …