lunedì , settembre 24 2018
Home / Europa / Requisiti hotel per stelle, il Ministro del turismo annuncia nuova …
Requisiti hotel per stelle, il Ministro del turismo annuncia nuova ...

Requisiti hotel per stelle, il Ministro del turismo annuncia nuova …

Hotel. camera con vista (iStock)

Requisiti hotel per stelle, il Ministro del Turismo annuncia nuova classificazione per gli alberghi.

Cambieranno i criteri di assegnazione delle stelle agli alberghi, lo ha annunciato il neo Ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio in un’intervista al Corriere della Sera. I dettagli sulla novità.

Requisiti hotel per stelle: una nuova classificazione

Attenzione agli alberghi che si adagiano sugli allori e dopo aver ottenuto un’ottima classificazione con numero elevato di stelle, non fanno più nulla per migliorare e aggiornare la loro offerta. Se non rinnoveranno strutture e servizi le stelle conquistate le perderanno. È l’avviso lanciato dal nuovo Ministro del Turismo Centinaio che vuole rilanciare la

“Voglio organizzare una riclassificazione degli alberghi. Intendo dire rivedere le stelle delle nostre strutture alberghiere. Molto spesso non corrispondono allo standard effettivo. Non va bene. Non è certo un buon biglietto da visita per i nostri stranieri”. Così il ministro in un’intervista al Corriere della Sera.

In Italia molte strutture alberghiere un tempo prestigiose sono malamente invecchiate, senza rinnovare le strutture né i servizi, ma mantenendo il numero di stelle ottenute in passato. Così non è raro trovare alberghi, un tempo prestigiosi nell’epoca d’oro del turismo di massa in Italia, diventati addirittura fatiscenti. Una situazione cristallizzata, come se il tempo non passasse mai nell’ottica di chi gestisce certe strutture e che forse per diversi anni è campato di rendita, grazie all’abbondanza di turisti italiani e stranieri. C’è chi ha lasciato in totale stato di abbandono il proprio albergo fino a non potere più fare molto per migliorarlo e scegliere di sottoscrivere un accordo con il Ministero dell’Interno per ospitare migranti e rifugiati. Così si spiega il fatto di molti hotel a 4 o 5 stelle, anche se di fatto non più tali, che ospitano stranieri. Per i proprietari rimane comunque una fonte di reddito, pur mantenendo strutture vecchie che richiederebbero una spesa troppo onerosa per essere rimesse a posto o si trovano in zone decadute dal punto di vista turistico.

È vero, c’è stata una gravissima crisi economica, il turismo in Italia ha perso clienti a favore di Spagna e Grecia, restaurare alcuni alberghi è una spesa per molti titolari insostenibile e tra tasse elevate e costi fissi di gestione mantenere un albergo è diventata un’impresa titanica. Eppure non sono poche le situazioni di totale trascuratezza, di scarsa lungimiranza imprenditoriale e di completa distesa sugli allori di un passato che non tornerà e che ora stanno costando a diversi albergatori clienti e profitti. Perché andare in vacanza in Italia quando altri Paesi del Mediterraneo hanno strutture più nuove, servizi efficienti e prezzi più bassi? Anche a questa situazione si deve il calo in Italia soprattutto di turisti stranieri, in particolare nelle località balneari. È vero che negli ultimi anni si sta assistendo ad un aumento del turismo in Italia e ad un ritorno degli stranieri o all’arrivo di turisti da altri Paesi, ma c’è ancora molto da fare nel rinnovo delle strutture. In quest’ottica si inserisce l’iniziativa del nuovo ministro.

Ha spiegato Centinaio al Corriere della Sera: “…le stelle vengono date quando prendi la struttura. Ma se per caso hai preso 4 stelle trent’anni fa e nel frattempo non hai fatto nulla nel tuo albergo, lo standard si è dimezzato, ma tu vanti ancora 4 stelle. Non è giusto. Non può più continuare così”.

Una posizione chiara, come quella di contrastare l’abusivismo, a cominciare dalle guide turistiche: “Non si può più lasciare a se stessa la situazione delle guide turistiche: il settore è strapieno di abusivi, invece per esercitare devono avere il patentino. Ma nessuno glielo chiede”, ha spiegato Centinaio, annunciando controlli e mule salate.

Il Ministro del Turismo ha annunciato anche interventi sulle Online Travel Agency, ovvero le agenzie di viaggio sul web come Booking.com. “Oggi accettano tutto – ha detto – e non controllano se, ad esempio, i bed and breakfast che pubblicizzano sul loro sito sono invece privati che si improvvisano e vendono ai turisti le stanze di casa loro“. Il ministro intende fare accordi con queste agenzie online affinché accettino sui loro portali solo offerte di professionisti o strutture certificate.

Progetti ambiziosi, che dovrebbero riportare ordine e fare chiarezza su un’offerta turistica che alle volte è opaca e poco chiara. In attesa degli annunciati cambiamenti, quali sono i criteri con cui si assegnano le stelle agli alberghi? Ve li riportiamo qui sotto.

Hotel (iStock)Requisiti hotel per stelle: cosa è necessario

Dopo anni in cui l’assegnazione delle stelle agli hotel era lasciata alle Regioni, con forti disparità nella classificazione da una regione all’altra, finalmente nel 2008 l’Italia si è data una normativa nazionale con requisiti uniformi per tutte le strutture presenti sul territorio nazionale.

Ecco i requisiti minimi richiesti per la classificazione degli alberghi a seconda delle stelle.

Requisiti degli Alberghi ad 1 stella:

Ricevimento 12 ore su 24, con servizio notturno disponibile su chiamata. Trasporto bagagli in orario ricevimento.
Camere singole di almeno 8 mq, camere doppie di 14 mq. Chiamata del personale con citofono o campanello.
Bagni completi (lavabo, wc, bidet, vasca o doccia) con acqua calda e fredda ad uso comune ogni 8 posti letto per le camere prive di bagno. Bagni privati completi di 3 mq in almeno il 40% delle camere.
Pulizia delle camere una volta al giorno.
Cambio della biancheria da camera una volta alla settimana. Cambio della biancheria da bagno due volte alla settimana.
Area d’uso comune con sala ristorante o colazione, punto ristoro, anche con distributore automatico. Televisore ad uso comune.

Requisiti degli Alberghi a 2 stelle:

Ricevimento 12 ore su 24, con servizio notturno disponibile su chiamata. Trasporto bagagli in orario ricevimento.
Camere singole di almeno 8 mq, camere doppie di 14 mq. Lavabo con acqua calda e fredda e specchio. Chiamata del personale con citofono o campanello.
Bagni completi (lavabo, wc, bidet, vasca o doccia) con acqua calda e fredda ad uso comune ogni 6 posti letto per le camere prive di bagno. Bagni privati completi di 3 mq in almeno il 80% delle camere.
Pulizia delle camere una volta al giorno.
Cambio della biancheria da camera due volte alla settimana. Cambio della biancheria da bagno tre volte alla settimana.
Area d’uso comune con una superficie minima di 4 mq per le prime dieci stanze, 1 mq per le ulteriori stanze fino alla ventesima, 0,5 mq per ogni stanza ulteriore, punto ristoro, anche con distributore automatico. Televisore ad uso comune. Ascensore.

Requisiti degli Alberghi a 3 stelle:

Ricevimento 16 ore su 24, con servizio notturno disponibile su chiamata. Trasporto bagagli in orario ricevimento.
Conoscenza di una lingua straniera.
Servizio internet.
Camere singole di almeno 8 mq, camere doppie di 14 mq. Sgabello o ripiano per bagagli, telefono per chiamata del personale e chiamata esterna, televisore, cassetta di sicurezza nel 50% delle camere.
Bagni completi (lavabo, wc, bidet, vasca o doccia) privati di almeno 3 mq del 100% delle camere, con asciugacapelli.
Pulizia delle camere una volta al giorno.
Cambio della biancheria da camera due volte alla settimana. Cambio della biancheria da bagno tre volte alla settimana.
Servizio bar 12 ore su 24 con addetto, anche alle camere.
Prima colazione in aree o sale comuni.
Sala ristorante, se è previsto il servizio.
Area d’uso comune con una superficie minima di 4 mq per le prime dieci stanze, 1 mq per le ulteriori stanze fino alla ventesima, 0,5 mq per ogni stanza ulteriore, punto ristoro, anche con distributore automatico. Televisore ad uso comune. Ascensore.

Requisiti degli Alberghi a 4 stelle:

Ricevimento 16 ore su 24, portiere di notte. Trasporto bagagli in orario ricevimento.
Conoscenza di due lingue straniere.
Parcheggio dalle 8 alle 22 per almeno per il 50% delle camere.
Deposito bagagli.
Servizio internet.
Camere singole di almeno 9 mq, camere doppie di 15 mq, con sgabello o ripiano per bagagli, poltrona, televisore, rete Tv satellitare, telefono per chiamata del personale ed esterna, connessione ad internet, frigo bar, cassetta di sicurezza nel 100% delle camere.
Bagni completi (lavabo, wc, bidet, vasca o doccia) privati di almeno 4 mq del 100% delle camere, con asciugacapelli.
Pulizia delle camere una volta al giorno.
Cambio della biancheria da camera tutti i giorni della settimana. Cambio della biancheria da bagno tutti i giorni della settimana.
Lavaggio e stiratura della biancheria, consegna in 24 ore.
Servizio bar 16 ore su 24 con addetto, anche alle camere.
Prima colazione in sala apposita o ristorante e previsto anche in camera.
Sala ristorante, se è previsto il servizio.
Area d’uso comune con una superficie minima di 4 mq per le prime dieci stanze, 1 mq per le ulteriori stanze fino alla ventesima, 0,5 mq per ogni stanza ulteriore. Sala bar in apposito locale, sala riunioni. Televisore ad uso comune. Ascensore, impianto di condizionamento.

Requisiti degli Alberghi a 5 stelle:

Ricevimento 24 ore su 24, portiere di notte. Trasporto bagagli in orario ricevimento.
Conoscenza di tre lingue straniere.
Parcheggio 24 ore su 24 per almeno per l’80% delle camere.
Deposito bagagli.
Servizio internet.
Camere singole di almeno 9 mq, camere doppie di 16 mq, con sgabello o ripiano per bagagli, poltrona, televisore, rete Tv satellitare, telefono per chiamata del personale ed esterna, connessione ad internet, frigo bar, cassetta di sicurezza nel 100% delle camere, misure per ridurre i rumori.
Bagni completi (lavabo, wc, bidet, vasca o doccia) privati di almeno 4 mq del 100% delle camere, con asciugacapelli.
Pulizia delle camere una volta al giorno.
Cambio della biancheria da camera tutti i giorni della settimana. Cambio della biancheria da bagno tutti i giorni della settimana.
Lavaggio e stiratura della biancheria, consegna in giornata.
Servizio bar 16 ore su 24 con addetto, anche alle camere, 24 ore su 24.
Prima colazione in sala apposita o ristorante e previsto anche in camera.
Sala ristorante, se è previsto il servizio.
Area d’uso comune con una superficie minima di 5 mq per le prime dieci stanze, 1 mq per le ulteriori stanze fino alla ventesima, 0,5 mq per ogni stanza ulteriore. Sala bar in apposito locale, soggiorno, sala riunioni. Televisore ad uso comune. Ascensore, impianto di condizionamento.

A cura di Valeria Bellagamba

Leggi Anche

Nozze in riva al mare, Sardegna a Londra - Sardegna - ANSA.it

Nozze in riva al mare, Sardegna a Londra – Sardegna – ANSA.it

La Sardegna a Londra per far vedere al mondo quanto è bello sposarsi magari a …