Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_oskd6uofh0nigo02c77tjpl0s4, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/viagginews.info/wp-content/themes/sahifa/functions.php on line 33
Midterm: un considerevole numero di donne elette nel Congresso ... - Viaggi News
venerdì , novembre 16 2018
Home / Americhe / Midterm: un considerevole numero di donne elette nel Congresso …
Midterm: un considerevole numero di donne elette nel Congresso ...

Midterm: un considerevole numero di donne elette nel Congresso …

WASHINGTON,7 NOVEMBRE – La costituzione americana prevede che a medio termine (il Midterm), i cittadini del paese possono votare per rinnovare parte del Congresso degli Stati Uniti, l’organo legislativo del Governo: l’intera Camera dei Rappresentanti e un terzo del Senato

Il Partito Democratico, ha conquistato con 220 parlamentari eletti, contro i 199 dei repubblicani il controllo della Camera dei Rappresentanti, detenuto da otto  anni consecutivi dalla maggioranza repubblicana.

 I Repubblicani mantengono invece il potere al Senato dove guadagnano 51 seggi (+2) contro i 43 dei democratici.

Le elezioni di medio termine 2018, a due anni dall’elezione di Trump, svoltesi martedì 6 novembre, hanno avuto risultati notevoli creando una nuova corrente sulla scena politica americana.

Gli elettori hanno eletto per la prima volta consentendo loro di sedere nel Congresso degli Stati Uniti, un considerevole numero di donne appartenenti a minoranze, specialmente da parte democratica, dove la rabbia anti-Trump si è cristallizzata in un nuovo respiro politico: musulmane, discendenti dei nativi-americani, ispano-americane, e altre della comunità LGBT.

Due donne candidate dei democratici sono state le prime native americane mai elette negli States alla Camera dei rappresentanti.

 Sharice Davids e Deb Haaland.

Sharice Davids 38 enne, omosessuale dichiarata, cresciuta da una madre single ex ufficiale dell’esercito, laureata presso un istituto di formazione pubblica, ha trascorso un anno a Washington nell’amministrazione Obama.

 Membro della “Ho-Chunk Nation”, una tribù di nativi americani del Wisconsin, avvocato eappassionata di arti marziali, è stata eletta in Kansas, dove ha sconfitto in uno stato conservatore, ottenendo il 53,3% dei voti il repubblicano Kevin Yoder che ha guadagnato il 44,2 delle preferenze.

Deb Haaland 57 anni, è una madre single della tribù dei “Laguna Pueblo”, nata a Winslow, in Arizona, dove suo nonno lavorava in una compagnia ferroviaria sotto la politica di “assimilazione culturale” dei nativi americani.

Anche sua madre, è nata lì, in un vagone merci. Suo padre, di origine norvegesi, era un soldato e sua madre lavorava per la US Navy.

Haaland ha conseguito il dottorato in giurisprudenza in diritto indiano presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università del New Mexico nel 2006. Ha sconfitto, nel primo distretto del New Mexico, con il 59% dei voti, la candidata repubblicana Janice Arnold Jones con il 36,4.

“Io sono una donna, io sono una donna di colore… è questo il genere di persone che serve al potere attualmente per fare avanzare le cose che contano” diceva ai comizi indicando il suo viso bruno.

Ilhan Omare Rashida Tlaib  rispettivamente del Minnesota e del Michigan, sono le prime due donne musulmane elette alla Camera dei rappresentanti.

“Siamo riuscite insieme, grazie!” Ha twittato Ilhan Omar, una rifugiata somala, a Rashida Tlaib, nata a Detroit da genitori immigrati palestinesi: “Congratulazioni a mia sorella Rashida Tlaib per la sua vittoria Non vedo l’ora di sedermi con te, inchallah”.

Ilhan Omar trentaseienne, nata a Mogadiscio, arrivata all’età di 12 anni a Minneapolis nel 1997 dopo aver vissuto in Kenya in un campo di profughi, in fuga dalla guerra in Somalia.

 Ha vinto facilmente in una circoscrizione democratica del Minnesota col 78,2% contro Jennifer Zielinski, 21,8%. Ha studiato economia, scienze politiche e relazioni internazionali, madre di tre bambini, lotta per la difesa del salario minimo, la sicurezza sociale e auspica la riforma del sistema giudiziario.

“Sono la speranza dell’America e l’incubo del Presidente (Trump)”, ha dichiarato in modo umoristico sul set di Trevor Noah al The Daily Show.

Rashida Tlaib avvocato di 42 anni, americano-palestinese, nata a Detroit da genitori immigrati palestinesi, la maggiore di 14 figli, badava ai suoi fratelli mentre i genitori lavoravano.

Ha avuto la certezza di vincere in una roccaforte democratica dove ha guadagnato l’ 84,8% dei voti già alla metà delle schede scrutinate nel Michigan, dove correva si può dire da sola. Il 13° distretto del Michigan, che comprende parte di Detroit e periferia vicino alla città, era precedentemente detenuto dall’ex rappresentante John Conyers, un democratico che si è dimesso all’inizio di quest’anno sulla scia delle accuse di molestie sessuali.

 

Eletta a 29 anni ,Alexandria Ocasio-Cortez nata a New York da una madre portoricana e da un padre americano, si definisce una socialista democratica, membro dell’ala sinistra del Partito Democratico, è la componente più giovane della Camera dei Rappresentanti. “Stasera, abbiamo fatto la storia“, ha detto ai suoi sostenitori la giovane newyorkese di origine ispanica martedì, dopo lo scrutinio delle schede.

Ha ampiamente conquistato la vittoria in un distretto che comprende due quartieri di New York, Bronx e Queens, con il 78% dei voti contro il suo avversario repubblicano Anthony Pappas che ha avuto il 13,8%. New York è da sempre una roccaforte democratica.

La sua passione per la microbiologia l’ha portata al secondo posto nel più grande evento di ricerca scientifica pre-universitaria del mondo. Come ricompensa, il suo nome è attribuito a un piccolo asteroide, riporta il sito americano Ozy.

 Ha studiato all’Università di Boston nel 2007, dove si è infine occupata di economia. Nonostante la laurea in economia, Alexandria ha lavorato negli ultimi quattro anni come cameriera in un bar di New York, per aiutare la madre economicamente in difficoltlà.

 Sostenuta da un incubatore di start-up con sede nel Bronx, di nome “Inc”, nel 2011 ha fondato la “Brook Avenue Press”, una casa editrice specializzata in letteratura per l’infanzia. Alexandria Ocasio-Cortez è convinta che “il Bronx è un posto dove investire”.

Nel 2016, si è offerta volontaria per organizzare la campagna elettorale per Bernie Sanders, nelle primarie democratiche per le elezioni presidenziali. L’elezione di Donald Trump alla testa del paese la fa sprofondare nella confusione.

Decide quindi di viaggiare da sola negli Stati Uniti in auto per capire “cosa sta succedendo in America”, dice Mother Jones, (abbreviato MoJo), una rivista americana che si concentra su notizie, e rapporti investigativi su argomenti quali politica, ambiente, diritti umani e culturaAlexandria, in particolare va incontro a comunità dimenticate come Sioux o aborigeni, ha dichiarato in un’intervista a The Cut: “È in questo preciso momento” che decide “di impegnarmi in politica, da sola questa volta”.

Alexandria Ocasio-Cortez diviene così, rapidamente, l’incarnazione della giovane sinistra americana e leader di una nuova ondata di candidati alla sinistra del Partito Democratico. Candidati spesso appartenenti a minoranze etniche, religiose o sessuali – finora non rappresentati al Congresso – e la sua ascesa per costoro è piena di speranze.

Luigi Palumbo

.

Leggi Anche

Diciotto tappe nel magico Natale di New York

Diciotto tappe nel magico Natale di New York

1. Piste di pattinaggio sul ghiaccio, Manhattan, fino a marzo 2019 – L’attività più amata …


Warning: Unknown: open(/var/lib/php/sessions/sess_oskd6uofh0nigo02c77tjpl0s4, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/var/lib/php/sessions) in Unknown on line 0