domenica , Febbraio 24 2019
Home / Europa / L’offerta turistica sarda promossa in Europa

L’offerta turistica sarda promossa in Europa

Nelle prime settimane del 2019 la Sardegna è stata al centro di una intensa attività promozionale nei Paesi europei considerati mercati di riferimento del settore turistico isolano, dalla Germania alla Spagna e al Portogallo.

Il 18 gennaio la “Destinazione Sardegna” è stata presentata in Portogallo alla stampa specializzata, agli operatori turistici e agli agenti di viaggio. Il 5 febbraio l’isola è stata in vetrina a Berlino. L’offerta turistica della Sardegna nel suo complesso – dal turismo culturale al turismo enogastronomico, dal turismo religioso all’outdoor e al cicloturismo – è stata poi presentata attraverso la partecipazione ad alcune fiere internazionali più importanti del settore turistico in Europa. come la Vakantiebeurs di Utrecht, in Olanda, cui hanno partecipato 19 operatori sardi del settore ricettivo. Il turismo del tempo libero e del turismo individuale e per le famiglie è stato sponsorizzato alla Caravan Motor Touristik di Stoccarda, in Germania, dove 23 operatori isolani hanno presentato la propria offerta turistica.

L’offerta del turismo dedicata ai luoghi di culto e ai cammini sacri in Sardegna è stata presentata a “Verso un’identità del turismo religioso”, Simposio euro-mediterraneo tenutosi ad Assisi, organizzato dalla Conferenza episcopale italiana, mentre l’offerta turistica della nautica e del diving è stata al centro della Boot di Dusseldorf, in Germania, con 9 operatori sardi accreditati. Gli operatori del settore ricettivo hanno partecipato alla Fitur di Madrid e alla Fiespo di Zurigo. Per la prima volta gli operatori isolani del cicloturismo hanno partecipato a Padova all’Itinerando, dove è stata presentata la rete ciclabile della Sardegna

Leggi Anche

E’ stato inaugurato ieri al Palazzo dei Congressi di Firenze, TourismA 2019, il salone internazionale del turismo archeologico e del turismo culturale di cui la Sardegna è l’ospite d’onore.

Il critico Philippe Daverio, il presidente del Consiglio regionale toscano Eugenio Giani e il direttore …