mercoledì , Maggio 22 2019
Home / Europa / L’Italia, con Iveco, punta sul biometano

L’Italia, con Iveco, punta sul biometano

Iveco, FPT Industrial e New Holland Agriculture insieme con Confagricoltura, CIB (Consorzio Italiano Biogas), ENI e Snam hanno sottoscritto un Accordo di cooperazione per lo sviluppo del biometano nel settore dei trasporti in Italia.

Presenti alla firma Luciano Nieto, Capo Segreteria Tecnica del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, Davide Crippa, Sottosegretario Ministero dello Sviluppo Economico, e Vannia Gava, Sottosegretario Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e altri rappresentanti delle istituzioni.

Il metano

Il settore dei trasporti industriali sta vivendo un cambiamento epocale e le trazioni alternative stanno acquisendo un’importanza sempre crescente nel guidare questo cambiamento.

In attesa di capire cosa sarà dell’elettrico, in cima alla classifica dei carburanti alternativi, c’è il gas naturale che rappresenta una risposta immediata, sostenibile e concreta nel rispetto dei severi limiti sulle emissioni stabiliti dall’UE al 2025 e 2030.

Iveco e il gas naturale

Iveco consegna 4 Stralis NP 460 al Gruppo Arcese
Iveco Daily a gas naturale conquista la Francia

Iveco Stralis NP 460

Sulle strade europee, oggi, circolano quasi 30 mila veicoli commerciali e autobus Iveco alimentati a metano (compresso o liquefatto), 10mila in Italia. Sono oltre vent’anni, infatti, che il Costruttore investe per offrire al mercato una gamma completa di modelli in grado di utilizzare il biometano.

L’Iveco Stralis Natural Power da 460 CV detiene il record di percorrenza a gas naturale: 1.728 chilometri con un solo rifornimento, cioè la distanza che unisce Londra con Madrid.

Rispetto all’equivalente Diesel Euro VI, uno Stralis NP alimentato a gas naturale liquefatto (GNL) emette circa il 90% in meno di NO2, il 99% in meno di particolato e, se si utilizza il biometano, il 95% in meno di CO2.

Cursor 13 Natural Gas 460 CV

A equipaggiare lo Stralis NP c’è il Cursor 13 Natural Gas da 460 CV prodotto da FTP Industrial, cioè il più potente motore 100% a gas naturale disponibile attualmente per i veicoli industriali. Riduce del 99% le emissioni di particolato e, se alimentato a biometano, azzera quasi completamente quelle di CO2.

FPT Industrial è il principale produttore europeo di motori a gas naturale per mezzi e applicazioni industriali. Sono oltre 45mila i propulsori a metano o biometano in circolazione in Europa. Allo studio anche un nuovo prototipo a gas naturale da 370 kW e 2.200 giri al minuto, il propulsore Cursor 13 NG Evo.

Leggi Anche

Turismo: Palermo e Monreale tra le mete più in voga per l’estate 2019

Le destinazioni off-the-grid immerse nella natura sono il sogno estivo dei viaggiatori Airbnb che, dalle …