giovedì , Luglio 18 2019
Home / Africa / L’estrazione di bauxite e una diga in Guinea mettono a rischio estinzione gli scimpanzé

L’estrazione di bauxite e una diga in Guinea mettono a rischio estinzione gli scimpanzé

Il rischio di estinzione per gli scimpanzé dell’Africa occidentale è sempre più reale a seguito del boom minerario che sta interessando la Guinea, Stato africano confinante con Senegal e Mali dove si stima che risiedano circa 25mila scimpanzé, la metà di quanti ne esistono ancora in natura. L’estrazione della bauxite, prezioso minerale per la realizzazione dell’acciaio e la costruzione di una diga idroelettrica stanno, secondo gli attivisti, distruggendo la foresta ed i corsi d’acqua in particolare nella regione di Boké.

Dopo che Indonesia e Malesia hanno fermato l’estrazione di bauxite a causa dei danni ambientali, la Guinea si è trasformata in una dei principali esportatori e mira a diventare il terzo produttore al mondo.

«Fino a poco tempo fa era pieno di scimpanzé – sostiene Lamarana Camara, un attivista della regione – quelli sopravvissuti sono scappati quasi tutti, persino l’acqua è stata contaminata dalle miniere».

Nel 2017 per venire incontro alle richieste delle associazioni a tutela degli animali, un consorzio di aziende minerarie attive nell’estrazione della bauxite hanno finanziato la realizzazione di una parco di conservazione, il Moyen-Bafing, dove si stima che siano presenti circa 5300 esemplari. Solo successivamente è stato scoperto che proprio nel centro dell’area era in progetto una costruzione idroelettrica ad opera di un’azienda cinese per aumentare la produzione dei Paesi confinanti.

Se la diga verrà completata si teme che ulteriori 2800 scimpanzé possano scomparire. Un progetto considerato dannoso per l’ambiente anche dalla Banca Mondiale che non ha concesso alcuna linea di credito per la realizzazione.

Negli ultimi 30 anni la popolazione di scimpanzé dell’Africa occidentale è passata da 190 mila a 53mila esemplari e la Guinea è rimasta l’ultima roccaforte. «Abbiamo già perso i leoni, se non si interverrà in fretta scompariranno anche gli scimpanzé» sostiene Abdul Tejan-Cole, direttore dell’agenzia a tutela dell’ambiente Mighty Earth.

.

Leggi Anche

Se n’è andato l’ultimo maschio di rinoceronte di Sumatra

In Malesia è morto per vecchiaia l’ultimo maschio di rinoceronte di Sumatra (Dicerorhinus sumatrensis): era l’unico …