mercoledì , Giugno 26 2019
Home / Americhe / L’ebike made in Italy che ha attraversato gli Usa coast to coast

L’ebike made in Italy che ha attraversato gli Usa coast to coast

Una ebike tutta made in Italy ha affrontato un lungo viaggio coast to coast negli Stati Uniti per testare le qualità della bici elettrica.

Ermes, una ebike realizzata da designer e artigiani italiani per Mechane, è stata messa subito alla prova con un lungo viaggio che ha attraversato gli Stati Uniti comportandosi egregiamente. Come scrivono sul blog di Mechane, “il telaio ha sopportato senza problemi le sollecitazioni date dalle varie strade percorse”.

 

La bici elettrica Ermes ha così viaggiato per 2.421 chilometri da Miami fino a San Francisco, attraversando ben undici stati americani (Florida, Alabama, Mississippi, Louisiana, Texas, New Mexico, Colorado, Utah, Arizona, Nevada, California).

Il viaggio coast to coast dell’ebike Ermes negli Stati Uniti
La prima parte del viaggio ha portato subito le prime difficoltà con forti piogge e veri e propri temporali ad accompagnare il viaggio dell’ebike Ermes. La forte pioggia è proseguita fino all’arrivo a Orlando, fino a pochi chilometri dal confine con l’Alabama. Superata New Orleans, dove si è svolto il carnevale, il viaggio ha raggiunto il Texas, dove le pioggie hanno lasciato il posto a belle giornate e cielo azzurro.

 

L’acqua torna da protagonista ma per un bel gesto: appena Gianpaolo Imbriani – il ciclista che ha testato l’ebike Ermes – ha varcato il confine del Texas uno sceriffo, dopo avergli chiesto di fermarsi, ha preso dall’auto di servizio delle bottigliette d’acqua e gliele ha offerte.

Non è stata l’unica occasione di offerta di aiuto durante il viaggio, oltre ai curiosi si sono avvicinate anche persone che hanno proposto un passaggio sui tratti più pericolosi da fare in bici durante i temporali.

Con l’addio alle pianure attraversate fino al Texas Ermes e Gianpaolo raggiungono l’Altopiano del Colorado, dove oltre alle salite arrivano anche nevicate e forti venti. “Ma una volta raggiunto l’altopiano gli occhi vengono ripagati da paesaggi infiniti e natura incontaminata, l’azzurro del cielo incontra il rosso della terra e delle rocce”, scrive il ciclista sul blog di viaggio. È in quest’area che si possono visitare il Grand Canyon e la Riserva degli indiani Navajo.

: 7 incredibili percorsi in ebike per una vacanza ricca di storia e natura

Arrivati a Las Vegas, una volta lasciata l’Arizona, Ermes comincia ad avere qualche problema con alcuni cavi da riparare. Subito dopo una pedalata che ha portato Gianpaolo e la sua ebike nella Death Valley, in direzione Los Angeles. Raggiunta la costa della California il viaggio prosegue verso nord fino a San Francisco: “La risalita della costa è piacevole, lunghe spiagge, natura rigogliosa ed il suono dell’oceano che accompagna la pedalata”.

: La Svezia offre sussidi per chi compra una ebike

L’ebike italiana fatta da artigiani: le caratteristiche di Ermes
Ermes è un’ebike realizzata completamente in Italia e assemblata artigianalmente in lotti limitati contrassegnati da numeri di serie. Di recente è stata presentata anche a Milano, in un rivenditore di mezzi di trasporto elettrici.

“L’idea era di realizzare un veicolo innovativo che si distinguesse da tutto ciò che il mercato proponeva. Le linee guida erano l’utilizzo di materiali pregiati e la necessità di creare un telaio funzionale che nascondesse tutte le componenti al suo interno mantenendo un design sinuoso e accattivante. Le geometrie si ispirano all’enduro, la posizione durante la pedalata risulta comoda sia su strada che in off-road”, riportano sulle pagine dedicate alla ebike di Mechane.

Inserire un fanale così potente in uno spazio così piccolo non è stato semplice, ma grazie all’altissima efficienza del LED il risultato è un flusso luminoso di 2000 lumen, del tutto… https://t.co/nhikRl6tno

Mechane-em (@Mechane_em) November 27, 2018
Il motore sarebbe il primo per ebike progettato e realizzato in Italia, sostengono sul sito: una potenza di 250 watt e una velocità massima di 25 chilometri orari. Tramite il manubrio è possibile variare il livello di assistenza del motore da 1 a 5.

Il pacco batteria ha una capacità di 500 wattora, può essere tolto dal telaio per una ricarica dalla presa di casa oppure lo si può lasciare nel telaio e utilizzare il connettore magnetico presente nella parte inferiore per ricaricare le batterie.

Il telaio, coperto da livree in legno, è in alluminio. Lo spazio è abbastanza per aggiungere una seconda batteria o per utilizzarlo come portaoggetti. Le livree sono realizzate in legno lamellare impiallacciato e sono personalizzabili al momento dell’acquisto, nonché intercambiabili.

Il display del computer di bordo è integrato al telaio ed è possibile gestirlo tramite i controlli sul manubrio. Anche la luce è integrata nel telaio: un gruppo ottico a Led da 2000 lumen, equivalente a un faro anabbagliante di un’automobile. Sul telaio è possibile installare una porta Usb che permette di ricaricare uno smartphone durante il viaggio.

Leggi Anche

Il mondo illustrato sulla Moleskine di Fabio Consoli

Illustratore, graphic designer, musicista, viaggiatore, Fabio Consoli è sicuramente uno spirito irrequieto, ma forse non …