mercoledì , Luglio 17 2019
Home / Americhe / Le destinazioni LGBTQ+ friendly di tutto il mondo

Le destinazioni LGBTQ+ friendly di tutto il mondo

Nel 1969 il mondo accoglieva una rivolta, nata nel cuore di New York, passata alla storia come i moti di Stonewall. Da quell’estate sono passati cinquant’anni e la comunità LGBTQ+ ha continuato e continua a lottare per i suoi diritti.

Le mete perfette per vacanze LGBTQ+ friendly

Per questo TripAdvisor ha collaborato con IGLTA per raccontare gli itinerari che celebrano la libertà dell’amore e i luoghi in cui non ci si deve nascondere. Ne è nata una “guida delle guide”, con le mete più friendly per l’amore di ogni tipo.

Mete LGBT in Europa

1. Londra

Il cuore della comunità gay friendly di Londra batte a Soho. Tra le strutture in cui pernottare, da non perdere il Sanderson London Hotel, uno splendido albergo boutique nel West End. Da ptovare anche la Staybridge Suites London per soggiorni più lunghi. Per un pasto pre- o post- teatro, l’atmosfera del Balans Soho Society Cafe è perfetta per un incontro speciale. Per un pasto più casual, Pizza East è il posto perfetto. Duke of Wellington e Rupert Street Bar sono i locali gay friendly in cui bere un buon bicchiere in compagnia (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Londra).

Foto: Katarzyna Białasiewicz 123RF.com

2. Antwerp

Fuori dalle rotte più comuni si trova Antwerp, una città nel nord del Belgio, vicinissima al confine olandese. Qui si parla fiammingo e si respira una bell’aria di libertà. La guida che ha collaborato alla creazione di questa mappa consiglia il Bed Breakfast Maryline e il Columbus Hotel per pernottare. Per gli amanti della carne, sosta obbligata all’Amadeus Antwerp 1, mentre per chi è alla ricerca di un’esperienza insolita si consiglia la cena in cantina da De Pelgrom. Tra le attrazioni da non perdere: il Jazzcafe de Muze e l’HessenHuis, un locare aperto a tutti (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly ad Antwerp).

3. Zurigo

La città svizzera, centro culturale, sociale ed economica, è guidata da Corine Mauch, prima donna e prima persona apertamente omosessuale a diventare sindaco del centro abitato. Quale luogo migliore per sentirsi liberi di manifestare qualsiasi tipo di amore? Mr Hudson ha creato una miniguida per vivere la città con tutti i colori LGBT. Tra gli alberghi in cui pernottare scegli tra 25hours Hotel Zurich West (“un paese delle meraviglie per anime creative”, spiega la guida) e l’EMA House Hotel Suites per soggiorni più lunghi. Al Fischer’s Fritz si può godere dell’incantevole lungolago mentre si mangia, oppure si può assaggiare qualche piatto italiano nell’intimo gay dance club Gerold Chuchi. Tra le attrazioni da non perdere, ci sono il Cranberry Bar e il Giardino Botanico (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Zurigo).

Mete LGBT nel nord e centro America

4. Montreal

Foto: Tina Wiley 123RF.com

Tra le mete gay friendly non si può non citare Montreal. La città canadese ospita uno delle più grandi gay pride parade al mondo. Tra le sue destinazioni da non perdere ci sono il Cabaret Mado e il Club Unity Montreal. Una volta scelta la città canadese, prenota una stanza al Fairmont The Queen Elizabeth (da cui godrai di una vista privilegiata in occasione del gay pride) oppure scegli l’Hotel Gault. Per una cena sofisticata e insieme “libera” scegli Au Pied de Cochon oppure il Restaurant Chez Doval (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Montreal).

5. San José, Costa Rica

Gabi Shanna guidano i turisti LGBTQ+ in uno dei paesi più vitali e sicuri per una coppia gay. Il mantra “pura vida” (pura vita) è incarnato dalla deliziosa ospitalità degli abitanti di San José. Le strutture consigliate in cui pernottare sono l’Hotel Santo Tomas e l’hotel boutique Casa 69. Tra i ristoranti più accoglienti della città ci sono il Cafe Mundo e il Soda Tapia. Tra le attrazioni da non perdere, ci sono il gay bardisco La Avispa e il mercato locale di artigianato (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a San José).

6. New York city

La “città che non dorme mai” è anche la più attiva sul fronte LGBTQ+. Qui le mete gay friendly si sprecano, ma nycgo ha messo insieme le mete imperdibili per una visita della città americana dedicata all’amore universale. Tra gli hotel consigliati si può scegliere il New York Marriott at the Brooklyn Bridge o il MADE Hotel. Per una cena indimenticabile scegli il più antico bar gay friendly ancora in attività, il Julius Restaurant. Tra le attrazioni disponibili in città, da visitare il Christopher Park, dove iniziò la rivolta di Stonewall, nell’estate del 1969, e il Leslie-Lohman Museum of Gay and Lesbian Art (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a New York City).

Mete LGBT in Sud America

7. Bogotà

I NomadicBoys ci portano alla scoperta della capitale della Colombia gay friendly, che oggi sta vivendo una gloriosa rinascita. Tra i posti dove dormire, si può scegliere tra l’hotel Casona del Patio e il Sofitel Bogota Victoria Regia. A discapito del nome, presso il Café Bar la Estación Zona Rosa si può anche cenare. Al El Recreo De Adán si può cenare e giocare un po’ con Uno o Monopoly, per ingannare il tempo. Tra le attrazioni da non perdere: il Museo Botero del Banco de la Republica e, per gli amanti della natura, il Mount Monserrate (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Bogotà).

8. Rio de Janeiro

Zoom Vacations definisce Rio la città più sexy del pianeta. Le location gay friendly si sprecano, ma ciò che colpisce di più è l’atmosfera rilassata che si respira in città. Per una vacanza in grande stile, si può soggiornare al Belmond Copacabana Palace oppure all’Hotel Fasano Rio de Janeiro. Abbandonando il lusso delgi arredi, per gustare un vero pasto brasiliano si può puntare sul Galitos Grill Ipanema oppure sulla steak house Carretao Classic Grill. Tra le attrazioni da non perdere, il Galeria Café e il suggestivo Pão de Açúcar (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Rio de Janeiro).

9. Montevideo

La capitale dell’Uruguay è uno dei posti più liberali e gay friendly del mondo. Imperdibile l’ex casinò ora hotel Sofitel Montevideo Casino Carrasco Spa, così come le stanze del boutique hotel My Suites. La Fonda è uno dei migliori 10 ristoranti in città, attento alla stagionalità e alla qualità delle materie prime, oltre che al benessere a 360 gradi dei suoi clienti. Mangia un trancio di pizza al volo nel locale simbolo della comunità LGBTQ+, La Pasiva. Tra le attrazioni da non perdere: il locale gay friendly Cain Club e il Bar Rodò (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Montevideo).Africa e Asia Pacific

Mete LGBT in Africa, Asia, Oceania

10. Tel Aviv

Per la comunità LGBTQ+ Tel Aviv è un vero e proprio parco giochi. Dal cibo alle attrazioni: qui non manca niente, c’è vita e movimento ad ogni ora del giorno e della notte. Si inizia dagli hotel: tra i più gay friendly ci sono l’Hilton Tel Aviv e l’Hilton Beach. All’Onza si cena tra la gente del posto, vero segno di cucina autentica e genuina. Per i foodies, da non perdere i tour gastronomici di Delicious Israel e la città vecchia di Jaffa (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Tel Aviv).

11. Taipei

Taiwan è stato il primo paese asiatico che ha reso legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso. La comunità LGBTQ+ si celebra con il Pride Festival, ad ottobre. Se hai voglia di scoprire i mille colori di Taipei durante la manifestazione, pernotta al S Hotel Taipei o al citizenM Taipei North Gate. Scopri la cucina locale al An He 65 oppure concediti un pasto giramondo al Fairy Taipei. Tra le attrazioni da non perdere: una notte al Pipe Live Music e una puntatina all’L Bar (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Taipei).

12. Auckland

TravelGay.com definisce Auckland la più grande e attivà città della NUova Zelanda sulla scena gay. Tra gli alberghi super carini in cui prenotare una camera prima di partire alla scoperta della città ci sono il The Sebel Auckland Viaduct Harbour e il lussuoso Stamford Plaza Auckland. Per una cena dal gusto indiano, il posto giusto è Ela Cuisine. Per un’esperienza indimenticabile, prova il One Tree Grill. Tra le attrazioni da non perdere: l’Auckland Museum General Admission Ticket con una performance tipica della cultura Maori, e il tour tra i luoghi in cui è stata ambientata la saga de “Lo Hobbit” (clicca qui per la lista completa di mete gay friendly a Auckland).

Foto apertura: fsstock 123RF.com

Leggi Anche

Video: JOAN THIELE – Le Vacanze

    COS’E’? Newsic è il portale dedicato al mondo della musica che abbraccia tutti i …