Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_0ufna7op5fh5shol2qbqin21o4, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/viagginews.info/wp-content/themes/sahifa/functions.php on line 33
Kung Fu Panda diventa testimonial di una campagna contro il ... - Viaggi News
lunedì , novembre 19 2018
Home / Africa / Kung Fu Panda diventa testimonial di una campagna contro il …
Kung Fu Panda diventa testimonial di una campagna contro il ...

Kung Fu Panda diventa testimonial di una campagna contro il …

Po è diventato il testimonial di una importante campagna contro il bracconaggio lanciata da WildAid e DreamWorks. La campagna di sensibilizzazione è destinata in particolare a Cina, Taiwan, Vietnam, Tailandia e Sud Africa ed è stata programmata in contemporanea con la Giornata Mondiale del Leone (10 agosto) e la Giornata Mondiale dell’Elefante (12 agosto). 

Purtroppo negli ultimi 21 anni il bracconaggio ha decimato la popolazione di leoni in Africa, con una riduzione di esemplari pari al 50%. La IUCN (International Union for Conservation of Nature) è stata costretta, infatti, a inserire i leoni nell’elenco delle specie a rischio di estinzione in Africa. 

HDGetty Images

WildAid ha deciso così di sensibilizzare la popolazione mondiale puntando sui bambini. La scelta di un testimonial come Po serve proprio a stimolare i più piccoli, perché siano loro a svolgere un lavoro di sensibilizzazione sugli adulti. Peter Knights, CEO di WildAid, ha dichiarato: 

Abbiamo visto dei bambini capaci di indurre i loro genitori a smettere di mangiare le zuppe con le pinne di squalo e a evitare di usare il corno dei rinoceronte. I bambini amano gli animali e sono pronti a recepire quanto sia ingiusto ciò che sta accadendo a causa del traffico di animali selvatici. 

I portavoce di WildAid sono convinti che i bambini riusciranno a influenzare le generazioni più anziane, inducendole a cambiare le loro abitudini. Le campagne di sensibilizzazione cinesi contro l’uso dell’avorio, per esempio, stanno avendo un grande supporto popolare. Secondo WildAid, l’intervento del governo cinese ha fatto crollare i prezzi dell’avorio, con una conseguente drastica riduzione del bracconaggio in Kenya e Tanzania

China: Ban on import re-export of pre-convention #ivory enters into force in Hong Kong as part of the process to phase out #ivorytrade https://t.co/K39Q5XSzci #elephant #ivoryban #EndWildlifeTrafficking pic.twitter.com/cZJqyxsgAJ

— CITES (@CITES) August 4, 2018

È sicuramente un primo passo importante, dati i numeri allarmanti diffusi dai gruppi di protezione della fauna selvatica. Secondo le stime dell’IFAW (International Fund for Animal Welfare), nel 2015 sono stati catturati circa 1500 rinoceronti. E i dati riguardo gli elefanti sono ancora più terribili: ogni anno 20mila elefanti africani vengono uccisi per incrementare il commercio di avorio. 

Speriamo che i bambini possano ascoltare Po e convincere i genitori a non alimentare il bracconaggio!

Leggi Anche

The country where humans are learning to co-exist with animals again

The country where humans are learning to co-exist with animals again

Growing up as a Maasai herder on the Lemek group ranch, Dickson Kaelo frequently encountered …


Warning: Unknown: open(/var/lib/php/sessions/sess_0ufna7op5fh5shol2qbqin21o4, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/var/lib/php/sessions) in Unknown on line 0