domenica , Febbraio 24 2019
Home / Africa / In Sudafrica, è stata ritrovata un’intera città che si pensava perduta

In Sudafrica, è stata ritrovata un’intera città che si pensava perduta

12 febbraio 2019 – È una scoperta che ha dell’incredibile, quella andata in scena in Sudafrica. Dopo una ricerca lunga anni, gli studiosi sono finalmente riusciti ad individuare una città che temevano essere ormai perduta.

Grazie alla tecnologia laser, ad una cinquantina di chilometri da Johannesburg è stata rinvenuta la città di Kweneng all’interno di quella che oggi è la Suikerbosrand Nature Reserve. E non si parla di poche manciate di reperti, bensì di una città che ha dimensioni anche notevoli: è esistita per quattrocento anni, Kweneng, prima di andare distrutta nel 1820 (si pensa a causa delle guerre civili che hanno devastato il territorio). Per interi secoli, diecimila persone di etnia Tswana (gruppo etnico dell’Africa meridionale) hanno lottato per vedersi riconosciuta quella terra come la loro patria.

Già una cinquantina di anni fa, in realtà, alcuni dei resti di Kweneng erano stati individuati nel mezzo della vegatazione dagli archeologi dell’università sudafricana di Witwatersrand. Ma è solo grazie alla tecnologia lidar che, oggi, quell’antica città la si può conoscere un po’ meglio. Il lidar (Light Detection and Ranging) è infatti una tecnica di telerilevamento che consente di determinare con precisione la distanza d’un oggetto sfruttando la tecnologia laser. Così, i ricercatori hanno potuto vedere attraverso la vegetazione e ricostruire così l’intera città. Una città composta da 900 abitazioni in pietra e da due recinti per il bestiame, lunga dieci chilometri e larga due. I suoi abitanti, con ogni probabilità, vivevano di pastorizia e di commercio. Perché lo si crede? Perché i recinti per il bestiame erano molto grandi, e al fianco delle case è stato individuato un tracciato che consentiva il passaggio degli animali. E poi cumuli di ossa, di cenere e di attrezzi distrutti, testimonianza d’una città florida.

Sebbene oggi la città di Kweneng sia stata ricostruita in 3D, colmando così un immenso divario storico dato dalla totale assenza di tracce scritte della storia pre-coloniale dell’Africa del Sud, ancora tutti i misteri non sono stati svelati. È stato fatto un grande passo avanti, questo sì, ma gli archeologi sono fiduciosi: questa città ci dirà presto molto di più.

La ricostruzione di Kweneng | Fonte: Twitter (worldchv)

 

Leggi Anche

NSL Radio Tv: è nata una nuova emittente omnichannel

NSL Radio TV , è la nuova realtà del panorama delle tv e delle radio …