mercoledì , Maggio 22 2019
Home / Americhe / Fine settimana: cosa fare se si ama viaggiare

Fine settimana: cosa fare se si ama viaggiare

Spesso e volentieri siamo talmente presi dal lavoro che arriviamo al venerdì sera senza aver avuto il tempo di respirare e, soprattutto, di pensare a qualcosa da fare nel fine settimana. Per chi ama viaggiare la cosa può essere particolarmente frustrante ma… niente paura! In realtà ci sono tanti modi per trascorrere un piacevolissimo weekend senza farsi prendere dalla pigrizia, dall’inerzia o dalla depressione!

Scarica la app di Skyscanner

Se sei un viaggiatore incallito e incredibilmente non ti sei organizzato nulla per il fine settimana, questo è l’articolo che fa per te! Eccoti 10 proposte per il fine settimana, selezionate ad hoc per chi ama viaggiare.Perché niente è meglio di viaggiare, ma al secondo posto c’è… pensare al prossimo viaggio!

Scopri di più: Calendario ponti 2019 e idee per viaggiare

Fine settimana: 10 cose da fare se si ama viaggiare

1. Pianificare il prossimo viaggio

Come recita una famosa citazione da fine settimana, “l’attesa del piacere è essa stessa un piacere”, e per chi ama viaggiare è rassicurante sapere che a breve partirà di nuovo: la pianificazione di un viaggio è sempre emozionante. Scegliere una nuova destinazione, studiarne la storia e la logistica, scegliere le strutture dove dormire, vedere come spostarsi, cosa c’è da visitare… Tutto questo crea l’aspettativa e contribuisce alla magia di un viaggio ancora prima di partire. Ma come scegliere una nuova destinazione da esplorare? C’è chi ha le idee chiare e ha stilato la sua wish list con le caselle da depennare e chi invece si lascia ispirare dalle offerte del momento. Se appartenete alla seconda categoria, qui trovate la guida completa su come utilizzare la funzione “Ovunque” di Skyscanner per cercare le offerte migliori verso qualsiasi destinazione del mondo. E questo fine settimana, lo avete risolto…

2. Organizzare le foto dell’ultimo viaggio

Prima si tornava a casa con i rullini da sviluppare, oggi si torna con centinaia (se non migliaia) di foto scattate durante il viaggio disperse tra fotocamere, tablet e cellulari. Le fotografie rappresentano il ricordo tangibile delle esperienze e delle emozioni che abbiamo vissuto in quel momento e custodirle e organizzarle nel modo corretto è fondamentale per poterle poi ritrovare anche a distanza di anni. La prima operazione da fare è quindi quella di scaricare tutte le foto su un unico dispositivo (il PC di norma) per procedere poi alla selezione ed eventualmente alla postproduzione delle foto selezionate (in questo modo non intaserete il computer di file che non  aprirete mai più). Scegliete poi un tag rappresentativo del viaggio (es. Mykonos agosto 2018) per nominare la cartella e poterla recuperare più facilmente e salvatene una copia di back-up su un hard disk esterno o su cloud (es. Dropbox, Drive, iCloud, eccetera) per metterla al sicuro. A questo punto potrete anche decidere di realizzare un fotolibro, per avere un album cartaceo da sfogliare come si faceva un tempo, oppure una mappa digitale per condividere le esperienze non solo con gli amici, ma anche con chi ha visitato gli stessi luoghi.

3. Immergersi nella lettura di un classico

Cosa c’è di meglio di un bel libro per sognare paesi lontani stando comodamente sdraiati sul divano di casa? Tra i libri di viaggio che non possono mancare nella biblioteca di ogni viaggiatore che si rispetti sicuramente non si possono non citare i grandi classici ovvero: In Patagonia di Bruce Chatwin, il libro/diario di culto per chi sogna il Sudamerica; Un indovino mi disse, di Tiziano Terzani, un meraviglioso viaggio attraverso la vera Asia; Shantaram, di Gregory David Roberts, per gli amanti della cultura indiana; Nelle Terre Estreme, di Jon Krakauer, per sognare l’Alaska e il Grande Nord (una storia vera trasformata anche in film da Sean Penn: Into the Wild), e naturalmente Sulla strada di Jack Kerouac, il classico dei classici, Il viaggio attraverso gli Usa più famoso di sempre.

4. Organizzare una gita fuoriporta last minute

L’Italia è un paese meraviglioso ed è talmente pieno di bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche che vi basterà uscire di pochi chilometri  dalla vostra città per scoprire luoghi super interessanti di cui a malapena conoscevate l’esistenza, perfetti per un fine settimana. Le possibilità di organizzarsi una gita fuoriporta last minute sono pressochè infinite partendo da qualsiasi città italiana. Se cercate ispirazione, possiamo aiutarvi: che viviate a Roma, a Milano o nei dintorni oppure a Torino, questi link hanno ottimi consigli per voi!

Scopri di più: Le 15 città da vedere nel Lazio

5. Vedere un film in cerca di ispirazione

Così come avviene per i libri, ci sono anche tanti film ispirazionali per chi ama viaggiare, film che ci mostrano paesi bellissimi o storie di viaggio magnifiche, film che ci fanno sognare ad occhi aperti e, perché no, ci ispirano talmente tanto che decidiamo di organizzare il prossimo viaggio proprio in quella destinazione.

Tra i tanti film che un viaggiatore non può non vedere vale assolutamente la pena citare Into the Wild, film culto di Sean Penn basato sulla storia (vera) di Christopher McCandless che abbandona la famiglia e compie un lungo viaggio negli Stati Uniti dall’Arizona al Pacifico per raggiungere infine le terre sconfinate dell’Alaska; I diari della motocicletta, ispirato ai diari di Ernesto Che Guevara in cui racconta il suo viaggio in America Latina lungo la Routa 40; Wild, basato sulla storia vera di Cheryl Strayed, che ha percorso a piedi il Pacific Crest Trail; e ancora 7 anni in Tibet, tratto dal libro autobiografico dello scalatore tedesco Heinrich Harrer, che si è trovato bloccato in Tibet per sette anni durante i quali ha conosciuto il Dalai Lama e i segreti della cultura tibetana. Per questo genere di viaggio, basta anche un solo fine settimana!

6. Incontrare amici viaggiatori

Se il lavoro non vi permette di dare la giusta attenzione ai vostri amici, potete sicuramente recuperare nel fine settimana, magari coinvolgendo gli amici con cui avete già fatto dei viaggi, per rivivere, almeno in parte, quelle emozioni e, perché no, pianificare nuovi viaggi insieme. Alla fine, come disse Tolstoj…”La felicità è reale solo quando condivisa”. In alternativa potete coinvolgere amici o conoscenti a cui poter chiedere consigli e suggerimenti sul vostro prossimo viaggio per sfruttare i loro tips e aggiungere delle esperienze local al vostro itinerario.

7. Visitare un museo

Anche in questo caso non possiamo lamentarci, l’Italia è disseminata di musei grandi e piccini e il fine settimana è un ottimo momento per visitare quelli della propria città o di qualche città/paese vicino. Sempre più spesso poi ci sono iniziative locali o nazionali come la Domenica al museo che offrono l’ingresso gratuito in tutti i musei civici cittadini, oppure le Giornate del FAI, il Fondo Ambiente Italiano, in cui è possibile visitare con una guida case-museo, palazzi o giardini normalmente chiusi al pubblico. Perché non approfittarne?

8. Fare i turisti nella propria città

Quante volte vi è capitato di scoprire per caso angoli, strade, musei, palazzi o giardini della vostra città di cui non ne conoscevate l’esistenza? Troppo spesso tendiamo a dirigere la nostra attenzione solo su mete lontane dimenticandoci che viviamo in uno dei paesi più belli del mondo dove ogni forma d’arte è davvero a portata di mano. Il fine settimana è il momento perfetto per fare i turisti nella propria città: c’è finalmente il tempo di uscire a piedi o in bici senza meta e poter scoprire magari quegli angoli che non avevate mai notato prima, o dei nuovi locali e ristoranti (senza contare che ogni città è piena di eventi e di manifestazioni durante il week-end…).

9. Andare a mangiare in un ristorante etnico

Durante il viaggio si esplora e si approfondisce la cultura del posto anche attraverso la sua cucina, assaggiando i piatti tipici e, perchè no, partecipando a delle cooking class (ultimamente molto in voga, soprattutto in Asia). Perché non ricreare quelle atmosfere andando a mangiare in un buon ristorante etnico? In ogni città grande (e ormai in molte piccole) ci sono ristoranti che servono cucine di tutto il mondo, dalle classiche e più diffuse cucine asiatiche fino ad arrivare alla cucina di paesi meno battuti come l’Uzbekistan o la Georgia. Ce n’è davvero per tutti i gusti! Da bravi esploratori potete scovarli tutti e partire verso l’esplorazione del pianeta un piatto alla volta.

Scopri di più: Ricette dal Mondo: un giro del pianeta in 20 ricette

10. Correre o passeggiare

Se è vero che alcuni tipi di viaggi richiedono un certo allenamento e una certa forma fisica, è altrettanto vero che ci si può allenare esplorando luoghi nuovi, scenari naturalistici o città bellissime. È il caso tipico della corsa, che si può praticare davvero ovunque a qualsiasi livello: il fine settimana è sicuramente un buon momento per praticarla. Si può andare in un parco cittadino, o in una zona pedonale chiusa alle auto, o ancora subito fuori città per respirare aria più pulita. Se poi foste dei runner esperti potreste anche valutare di partecipare ad una delle tante gare podistiche che si svolgono in Italia, spesso davanti a scenari mozzafiato. Non volete correre? Una bella passeggiata vi rilasserà molto di più che non tre ore di fronte a una serie tv sul computer… E il fine settimana vi preparerà al meglio alla settimana in arrivo!

Volete partire subito per un fine settimana o esplorare il mondo in cerca di ispirazione? Scoprite quando prenotare un volo al prezzo più basso e utilizzate la funzione Avvisi di Prezzo di Skyscanner per sapere quando acquistare i vostri voli al prezzo più conveniente!

Potrebbero interessarvi anche:

Le Città Invisibili: 10 mete che vi stupiranno

I 10 Musei gratuiti più belli del Mondo10 posti incredibili nel Mondo per gli amanti della Storia

Isole italiane: le 15 più belle da visitare, non solo in estate

Le 15 città da vedere nel Lazio

20 Viaggi-Avventura nel Mondo

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.

Leggi Anche

Google Maps segnala gli autovelox, l’aggiornamento arriva in Italia

22 maggio 2019 – Conosciamo tutti Google Maps, il servizio di navigazione satellitare più utilizzato …