Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_qrjuqg3d3vb85mbvg1elnrj5u1, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/viagginews.info/wp-content/themes/sahifa/functions.php on line 33
Ecuador: il ragno-coniglio che fa impazzire il web - Viaggi News
venerdì , novembre 16 2018
Home / Africa / Ecuador: il ragno-coniglio che fa impazzire il web
Ecuador: il ragno-coniglio che fa impazzire il web

Ecuador: il ragno-coniglio che fa impazzire il web

Tempo di lettura:  3 minuti

Otto zampe lunghissime, corpo ovale e sulla schiena quella che ha tutta l’aria di essere la testa di un coniglio (o di un cane), con tanto di occhietti gialli, “orecchie” e “naso” nero. Nessun fotomontaggio, si tratta solo di una meraviglia della natura: siamo di fronte a un piccolo animaletto della famiglia degli aracnidi, dall’aspetto forse un po’ minaccioso ma del tutto innocuo, noto come Bunny Harvestman e il cui nome scientifico è Metagryne bicolumnata. Anche se condivide molto del suo aspetto con i ragni, questo animale si differenzia dai “cugini” per la totale assenza di ghiandole velenifere e per la seta, oltre che per un corpo decisamente più tondeggiante.

“Ragno coniglio”: quando la natura è meravigliosamente bizzarra

Anche se la fama di questo aracnide sul web si deve al fotografo Andreas Kay, che lo scorso anno lo immortalò nella foresta pluviale amazzonica dell’Ecuador, la scoperta della sua esistenza risale a molto tempo prima: fu l’aracnologo tedesco Carl Friedrich Roewer a imbattersi per la prima volta in questo animaletto, nel 1959, del quale realizzò anche delle rappresentazioni grafiche (nella foto qui sotto). Nonostante dalle foto possa sembrare piuttosto grande, si tratta in realtà di un animale più piccolo di un’unghia umana, come si evince dalla foto qui in alto.

Quanto al motivo di questo aspetto bizzarro, gli studiosi rimangono incerti. La teoria più accreditata, comunque, sostiene che l’evoluzione abbia portato questo animaletto ad avere un aspetto “minaccioso” per sopravvivere più facilmente ai predatori. Il che, a dirla tutta, avrebbe funzionato perfettamente considerato che questi aracnidi, secondo quanto dichiarato da Kay, “sono in circolazione da almeno 400 milioni di anni e vivevano ancora prima dei dinosauri.”

Animali bizzarri… e dove trovarli

Se pensate che questo piccolo ragno sia l’animale più strano che abbiate mai visto, probabilmente vi sbagliate: la natura ci riserva davvero tante scoperte incredibili! Per fare un esempio, in India vive una rana viola, piccola e dal muso che ricorda quello di un maiale, nota come rana viola di Bhupathy o rana scavatrice per via della sua predilezione per la vita sotto terra. Alquanto bizzarra, certo, esattamente come l’armadillo rosa, un mammifero che vive solo in Argentina e che porta sul dorso un guscio di uno splendido rosa pastello.

In Africa, invece, vive un uccello dall’aspetto preistorico che in molti hanno paragonato all’ippogrifo di Harry Potter: si chiama Becco a scarpa e nonostante l’aspetto minaccioso, è un animale timido e schivo. Anche i gatti della sabbia ci insegnano a non farci ingannare dal loro aspetto: nonostante sembrino dei gattini paffuti e tenerissimi, sono in realtà degli animali selvatici e per niente socievoli, immortalati per la prima volta lo scorso anno dal naturalista francese Gregory Breton dopo oltre 15 anni di tentativi. Meraviglie e “stranezze” della natura, dalla quale con tutta probabilità dobbiamo aspettarci ancora tante sorprese.

Pubblicato il:  7 novembre 2018
Ultimo aggiornamento:  7 novembre 2018

Leggi Anche

A causa dell'uomo scomparse il 60% delle popolazioni animali in 40 ...

A causa dell’uomo scomparse il 60% delle popolazioni animali in 40 …

Estinzioni di massa, o anche olocausto faunistico. Definizioni tanto crude quanto adatte a riassumere quanto …


Warning: Unknown: open(/var/lib/php/sessions/sess_qrjuqg3d3vb85mbvg1elnrj5u1, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/var/lib/php/sessions) in Unknown on line 0