Home / Asia / E’ morto Bruce Brown, il regista culto di surf e motociclismo

E’ morto Bruce Brown, il regista culto di surf e motociclismo

Los Angeles, 12 dicembre 2017  – Addio a Bruce Brown, iconico regista americano. Portò il mondo del surf al grande pubblico, e influenzò il genere per tutti i film a seguire, da Un mercoledì da leoni, alla ricerca dell’onda perfetta, tra una rapina e l’altra, di Point Break.

Bruce Brown è morto nel sonno all’età di 80 anni nel suo ranch a nord di Santa Barbara. A darne notizia è stata la sua stessa casa di produzione, la Bruce Brown Films. Divenne unmito nel mondo del surf quando girò la sua pellicola forse più importante, “The Endless Summer” (uscito in Italia con il titolo l’Estate infinita), che giocò un ruolo importantissimo in tutto ciò che è il surf movie. 

Un docu-film costato 50 mila dollari, con una produzione itinerante e movimentata che andava dalle Hawaii alla Nuova Zelanda fino alle rive del Ghana, attraversando l’equatore quattro volte. E piena di aneddoti, come in India dove gli agenti doganali confiscarono le tavole da surf dei protagonisti Mike Hynson e Robert August. O nelle acque smeraldine dell’Oceano Indiano, dove si narra che il cast e addetti ai lavori ebbero incontri ravvicinati con gli squali. 

Altra grande passione di Brown fu il motociclismo, grazie alle due ruote venne candidato all’Oscar nel 1972 per il suo documentario On Any Sunday. Pellicola che si avvalse della partecipazione di alcune celebrity dell’epoca, tra cui Steve McQueen, anche produttore. On Any Sunday è considerato il miglior documentario mai realizzato sulle due ruote.

TRAILER DI ‘THE ENDLESS SUMMER’

STEVE MCQEEN IN ‘ON ANY SUNDAY’

Leggi Anche

Sua profondità, Sylvia Earle

Sua profondità, Sylvia Earle

Sylvia Earle gira il mondo in un tour senza sosta, come una vecchia gloria del …