giovedì , Luglio 18 2019
Home / Europa / Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore: estate a Napoli a passo di danza

Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore: estate a Napoli a passo di danza

Tempo di lettura: 4 minuti

Napoli – L’Estate a Napoli vive nel segno della danza contemporanea. Con lo spettacolo “Le Nuove Dee, per una mitologia del quotidiano” in programma giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20 luglio nella suggestiva cornice del Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore di Napoli, l’arte coreutica diventa protagonista della quarantesima edizione della rassegna estiva di eventi, promossa dal Comune di Napoli– Assessorato alla Cultura e al Turismo.

Per tre giorni consecutivi, gli spettatori potranno assistere ad incursioni di danza e performance site-specific che si svolgeranno alle 17.00, 18.00 19.00 e partecipare al doppio spettacolo previsto tutte le sere alle 21.30, dove andranno in scena le produzioni del Consorzio Coreografi Danza d’Autore. Gli spettacoli sono legati da un filo rosso, l’omaggio alle nuove dee: le donne di oggi, guerriere, amanti, madri, figlie, profughe, che si trovano in prima linea in una quotidianità sempre più inquieta. Le prime a reagire davanti alle difficoltà, le prime a difendere e ad accogliere chi ha bisogno, a comprendere e a superare le differenze. Spesso le prime a pagare anche con la propria vita le ingiustizie di una umanità sempre più incurante.

La  regista e coreografa di origine napoletana Flavia Bucciero, porterà in scena lo spettacolo “Io Chiara Tu Scura” interpretato dalle danzatrici Paloma Biagioli e Elisa Paini. Una intensa e vibrante riflessione sul tema del dialogo fra culture diverse, affrontato attraverso la storia di un incontro molto speciale tra due giovani donne: una di carnagione scura, l’altra chiara, europea. Chi è straniera e chi è autoctona? Chi è nel suo paese e chi è ospite? Ci si domanda durante tutto lo spettacolo che con grande sensibilità ed eleganza accende i riflettori su ciò che unisce e non su ciò che divide nell’era della globalizzazione che tutti fonde e confonde. Piccole Storie #1 e #2 è uno spettacolo firmato dalla coreografa italo-francese Francesca Selva. La protagonista – la danzatrice Maria Vittoria Feltre – mette in scena in due tempi, un dialogo interiore che diventa anche fisico con la madre. In “Piccola storia di lana”, Il nido di lana rappresenta il ricordo del ventre materno, il desiderio di ritrovare quel legame che una volta spezzato ti lascia per un pò senza fiato. Desiderio che si materializza poi in “Piccola storia di plastica”, dove la protagonista che nel frattempo è diventata una “cattiva ragazza” (forse una prostituta?), si ritrova a chiedere perdono. L’asfalto lucido della strada, luci artificiali della notte, restano sullo sfondo di una appassionata e vibrante confessione. Ad ascoltare Mercy è solo il mare.

Gli spettacoli sono realizzati con il disegno luci di Riccardo Tonelli.

Il Consorzio Coreografi Danza d’Autore Con.Cor.D.A. è un organismo di danza con sede in Toscana e un’unità locale a Napoli. E’ sostenuto  dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dalla Regione Toscana come Residenza Artistica. Le produzioni di Con.Cor.D.A. vengono presentate in Festival e Teatri in Italia e all’estero.

Flavia Bucciero è  danzatrice, regista e coreografa  di origine napoletana, ha studiato principalmente a Napoli e a Parigi, dove è stata allieva di Etienne Decroux , di Christian Trouillas (tra i primi danzatori del Tanztheater di Pina Bausch), di Ko Miroubushi e Karlotta Ikeda. Insegna all’Accademia Nazionale di Danza di Roma per il progetto “Educando in Danza”. Ha collaborato e collabora , per la creazione delle sue coreografie, con musicisti di fama nazionale e internazionale quali Paolo Fresu, Eugenio Colombo , Peppe Servillo,  Michele Rabbia, ecc… E’ direttrice artistica, insieme a Francesca Selva del Consorzio Con.Cor.D.A.

Francesca Selva è danzatrice e coreografa italo-francese, Si forma all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano. Si perfeziona a Parigi con Raymond Franchetti, Solange Golovine, Gilbert Mayer, Andrei Glegolsky, Rudy Bryans, a Cannes con Rosella Hightower, José Ferran, Patricia Neary e infine a Montecarlo con Marika Besobrasova. Collabora con Roland Petit e con la compagnia Ballet de Marseille partecipando a numerose produzioni. Finalista al Prix de Lausanne e prima ballerina dell’Opéra du Nord di Lille, nel 1995 fonda a Siena la sua Compagnia.


Leggi Anche

Più voli internazionali: da Olbia giro d’Europa in 59 tappe

OLBIA. Il giro d’Europa decollando da Olbia. I numeri record confermano il ruolo propulsivo del …