mercoledì , Giugno 26 2019
Home / Australia / Cedar Holdings partecipa alla Conferenza “L’industria mineraria per il bene comune” in Italia, Esplorando il percorso per la cooperazione Belt and Road

Cedar Holdings partecipa alla Conferenza “L’industria mineraria per il bene comune” in Italia, Esplorando il percorso per la cooperazione Belt and Road

Nel suo discorso, Papa Francesco ha sottolineato come lo sviluppo sostenibile dell’industria mineraria debba diventare una norma di questo settore. Tutti gli stakeholder devono inoltre promuovere ulteriormente il consenso, proteggere e rispettare i diritti e gli interessi delle comunità locali utilizzando diversi mezzi, e devono prestare molta attenzione alla sicurezza e al benessere delle persone interessate dalle attività minerarie, mentre si incoraggia lo sviluppo di un’economia circolare e la protezione delle risorse delle generazioni presenti e di quelle future. La protezione dell’ambiente non deve dare spazio a concessioni per benefici economici. “I nostri sforzi e le nostre lotte per salvaguardare la nostra casa comune sono un viaggio realmente ecumenico, che ci sfida a pensare e ad agire come membri di una casa comune. Abbiamo bisogno di agire insieme per curare e ricostruire la nostra casa comune. Spero che la Conferenza con i leader dell’industria mineraria promuova un progresso reale,” ha dichiarato Papa Francesco

Il discorso tenuto da Papa Francesco ha ricevuto risposte positive dai partecipanti. In rappresentanza delle società minerarie asiatiche, King Cheung, invitato per la prima volta a partecipare alla Conferenza, ha dichiarato che Cedar Holdings ha sostenuto il valore aziendale di “creare, condividere, amare” e ha indicato il valore industriale quale maggiore responsabilità sociale. Nel corso degli anni, ha fornito servizi per una catena industriale di beni in grande quantità sicura e di alta qualità per oltre 8.000 grandi aziende nel mondo, e ha promosso attivamente lo sviluppo del settore minerario e l’efficienza complessiva della catena industriale. Allo stesso tempo, si è occupata di imprese per il benessere pubblico per un lungo periodo di tempo. Al momento, ha aiutato le aree montuose impoverite della Cina del sudovest per ridurre la povertà e ringiovanire la comunità rurale, grazie al supporto per l’istruzione, donazioni e progetti industriali. È stata anche impegnata nella conservazione del patrimonio culturale e nella cura della comunità oltre ad altre campagne nei luoghi dove sono ubicati i progetti industriali, e ha lavorato con partner e dipendenti per realizzare una “comunità dell’amore” per un futuro ecologico e sostenibile.  

Cedar Holdings Group è un gruppo industriale integrato in Cina, con attività aziendali che spaziano dai beni in quantità, a nuovi materiali chimici, al turismo culturale e a servizi per le città intelligenti, con un’unità indipendente per le opere di carità oltre a due società quotate in borsa con azioni di tipo A. Dopo 22 anni di sviluppo, i ricavi annuali hanno toccato i 32,7 miliardi di dollari USA. Nel 2018, Cedar Holdings si è classificata al 361esimo posto nell’elenco Fortune Global 500.  

I beni primari sono l’attività aziendale di base di Cedar Holdings. Al momento, Cedar Holdings è stata una grande azienda leader della catena di beni primari in Cina. Vanta ricche risorse minerarie come ad esempio oro, rame, ferro e carbone nel mondo. Ha costituito sedi in più di 10 Paesi tra cui Italia, Svizzera, Regno Unito, Germania, Australia e Singapore, con centri aziendali che si stanno diffondendo in Asia, Europa e Africa lungo la “Belt and Road”. 

King Cheung ha dichiarato che nel futuro, Cedar Holdings accelererà la propria presenza globale, e rafforzerà in modo completo i propri vantaggi di scala e di canale, lo sviluppo delle risorse e la capacità di servizi integrati della catena industriale nel mercato internazionale dei beni primari. Da una parte risolverà la domanda di materie prime dell’industria manifatturiera cinese. Dall’altra parte si impegnerà a migliorare le condizioni di vita e le prospettive di impiego dei residenti che vivono nelle aree di produzione mineraria. “Cedar Holdings desidera cooperare con le parti interessate nel mondo per contribuire al benessere pubblico globale e a offrire amore e forza alla bellezza e alla luce del mondo.” 

Il cardinale Peter Turkson e altri importanti rappresentanti della Santa Sede, oltre ai leader di più di 40 società minerarie del mondo, tra cui Andrew Forrest, Presidente del CdA di Fortescue Metals Group (FMG) dall’Australia, Mark Cutifani, Amministratore Delegato di Anglo American, e Tom Butler, Amministrato Delegato di International Council on Mining and Metals (ICMM), hanno partecipato alla Conferenza

  

 

(Fonte: Adnkronos Immediapress)

Leggi Anche

Ecco i nomi dei siti in nomination Unesco 2019 – Periodico Daily

Un estuario pieno di uccelli lungo il fiume Yalu in Cina, antichi templi Bagan che …