mercoledì , Giugno 26 2019
Home / Africa / Arte-fatti, i colori di Madrid nello sguardo di Carlos Morago

Arte-fatti, i colori di Madrid nello sguardo di Carlos Morago

È una pittura che nasce dalla fotografia, con una precisione iperrealista, ma che al contempo rivela tutte le potenzialità dell’uso di pennelli e colori quella di Carlos Morago. L’artista spagnolo è protagonista alla Galleria Forni per la sua prima personale a Bologna, nonostante sia apparso nello spazio in via Farini 26/f in diverse collettive fin dal 2017. L’esposizione si intitola “La dimensione del silenzio” perché presenta una ventina di dipinti che rappresentano scorci di cortili interni, tipici della sua città Madrid, nature morte con fiori dai colori accesi che spiccano su sfondi neutri. Gli spazi sono solitari e assolati e a parlare è unicamente una natura addomesticata che vive come decoro dentro a grandi vasi, oppure colta per dettagli, piccoli racemi.
Ma il senso di pace deriva anche dalle forme dei dipinti, perfettamente simmetrici o con precise linee di fuga architettoniche che appagano la vista con un senso di equilibrio. Un senso di pace accentuato dalla luce dei dipinti con gli scorci luminosissimi che emergono da quinte buie. Non c’è alcuna traccia dell’uomo ma sembra quasi di sentire rumori domestici o l’eco di passi lontani, come presenze appena evocate.
Potrebbero essere fotografie ma la pittura conferisce uno spessore di luce e colore più profondo.
Apertura fino al 13 giugno.
 

 
INAUGURAZIONI
Stefano Forni
Piazza Cavour 2
Sabato 18 maggio alle ore 18
Georg Zuter
Fino al 13 giugno
 
Museo civico del Risorgimento
Piazza Carducci
sabato 18 maggio
Bologna da quel momento fu libera. Episodi, aspetti e memoria del 12 giugno 1859
Fino al 14 luglio
 
AF arte contemporanea
via dei Bersaglieri 5/E
sabato 18 maggio alle ore 18.30
Vincenzo Cabiati – Giovane Custer
Fino al 14 giugno
 
Sala Ivo Teglia
via Bertini 1, Monzuno
sabato 18 maggio alle 17
Memorie di Adriano: Adriano Baccilieri e i suoi artisti
Fino al 29 maggio
 
Galleria Nazionale
Palazzo della Pilotta, Parma
La fortuna della Scapiliata di Leonardo da Vinci
Fino al 12 agosto
 
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
Strada Maggiore 34
giovedì 23 maggio alle ore 18
Il disegnatore è libero – Ivan Graziani
Fino al 23 giugno
 
IN CORSO
Mast
Via Speranza 42
Anthropocene – Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier
Fino al 22 settembre
 
Museo Medievale
Via Manzoni 4
Jean François Migno. La forza del colore
 
L’Ariete Arte contemporanea
Via D’Azeglio 42 
Rudy Cremonini, Giulia Manfredi, Marta Coletti
Fino al 15 giugno
 
Museo Archeologico
via dell’Archiginnasio 2
Ex Africa – Storie e identità di un’arte universale
Fino all’8 settembre
 
Mambo
via Don Minzoni 14
Mika Rottenberg
Fino al 19 maggio
Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979
Fino al 29 settembre
 
Villa delle Rose
Via Saragozza 228
Catherine Biocca. You’re hired
Fino al 26 maggio

Palazzo Pallavicini,
Via San Felice 24
Surrealist Lee Miller
Fino al 9 giugno
 
Casa Saraceni
via Farini 15
Reni, Guercino, Cantarini, Pasinelli. Il Seicento bolognese nelle collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
Fino al 13 ottobre
 
Palazzo Albergati
Via Saragozza 28
Warhol friends. New York negli anni ’80
Fino al 30 giugno
 
Museo Ebraico
Via Valdonica 1/5
Unforgettable Childhood -| Infanzia indimenticabile
fino al 20 maggio
 
Galleria Studio G7
Via Val d’Aposa 4
Chiaroscuro – Ulrich Erben, Paolo Iacchetti, Giulio Paolini, Anne e Patrick Poirier, David Tremlett
Fino al 21 settembre
 
Banca Mediolanum
Viale Carducci 34/A
Andy Warhol. L’alchimista degli anni sessanta
Fino al 14 giugno
 
Studio Cenacchi
Via Santo Stefano 63
Typopainting – Andrea Bersani
Rivelazioni informali – Marco Nanni
Fino al 30 maggio
 
ONO arte contemporanea 
Via S. Margherita 10
Carlo Mari: Passage through DAR – Portraits from Tanzania
Fino all’8 giugno
 
Simon Bart Gallery
Via Quirico Filopanti, 4/b-c
Anatomie di Consumo. Gli oggetti di consumo come sistema linguistico – Dario Tironi
Fino all’1 giugno
 
Otto Gallery
Via d’Azeglio 55
Davide Mancini Zanchi – Da che mani vidi Zan Cin
Fino al 20 giugno
 
Gallleriapiù
via del Porto 48 a/b 
Ake Marble doesn’t cry – Furlani-Gobbi e Matteo Cremonesi
Fino al 15 giugno
 
Localedue
Via Azzo Gardino 12/c 
Lucia Cristiani – Mono4: Tiropugni
 
P420
Via Azzo Gardino 9
Shape, color, taste, sound and smell – Adelaide Cioni / Guy Mees
Fino all’1 giugno
 
CAR DRDE
Via Azzo Gardino 14/a
Cloud Meteor and Star Are Men Seen from Afar – Gl Brierley, Elia Cantori, Davide La Montagna, Giulio Saverio Rossi, Alberto Scodro.
Fino all’1 giugno
 
Santa Maria della Vita
Via Clavature 8/10
Planet or plastic?
Fino al 22 settembre
 
Spazio Testoni
Via D’Azeglio 50
Ester Grossi – Essenziale
Fino al 22 giugno
 
Gipsy Caravan Tattoo
via Giovanni Brugnoli 8/A
Black Symphony – Antonio Cugnetto
Fino al 31 maggio
 
Spazio Damiani
Via dello Scalo 3/2 abc
Kenro Izu – Seduction
Fino al 31 luglio
 
Spazio Labo
Strada Maggiore 29
Simone Sapienza – Charlie surfs on lotus flowers
Fino al 24 maggio
 
Galleria Caldarese
via Caldarese 1
Il mondo di Filippo Albertoni – Luoghi, persone, animali ed oggetti cari all’artista.
Fino al 7 giugno
 
Galleria de’ Foscherari
Via Castiglione
Vajiko Chachkhiani – Glass Ghosts
 
Museo Magi ’900
Via Rusticana A/1, Pieve di Cento
De Chirico oltre il quadro. Manichini e miti nella scultura metafisica
Fino al 31 luglio
 
Fienili del Campiaro
Grizzana Morandi
La lezione di Morandi: per un museo degli allievi nei Fienili del Campiaro. Opere di Mario Bonazzi, Gino Gandini, Pompilio Mandelli, Nemesio Orsatti, Luciano Bertacchini, Dino Zuffi, Ugo Guidi, Carlo Leoni, Carolina Marisa Occari, Antonio Celestino Simonini, Germano Pessarelli, Luciano De Vita, Emilio Contini, Norma Mascellani.
Incisioni calcografiche 1994-2019Maurizio Boiani
Fino al 25 agosto
 
Galleria Centro Steccata
Strada Giuseppe Garibaldi 23, Parma
Leonardo Pedrelli – Racconti aniconici
Fino al 30 giugno
 
MAR
Via di Roma 13, Ravenna
Oliviero Toscani – Più di 50 anni di magnifici fallimenti
Fino al 30 giugno
 
Musei di San Domenico
Piazza Guido da Montefeltro 12, Forlì
Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini
Le eleganti carte di Antonello Moroni
Fino al 16 giugno
 
Labirinto della Masone
Strada Masone 121, Fontanellato (PR)
La maniera emiliana. Bertoja, Mirola da Parma alle Corti d’Europa
Fino al 28 luglio
 
Casa circondariale – spazio esterno
via Roma 111, Alfonsine (RA)
Dis-Ordine – La più grande mostra di mosaico ravennate mai realizzata
al Labirinto effimero dell’Azienda Galassi
Fino al 7 giugno
 
Palazzo dei Musei
Via Spallanzani 1, Reggio Emilia
Antonio Fontanesi e la sua eredità. Da Pellizza da Volpedo a Burri
Fino al 14 luglio
 
Palazzo dei Diamanti
Corso Ercole I d’Este 21, Ferrara
Boldini e la moda
Corpi splendenti – Henri Foucault
Fino al 2 giugno
 
Museo Nazionale di Ravenna
Via San Vitale, 17 
Il mestiere delle arti. Seduzione e bellezza nella contemporaneità
Fino al 26 maggio 
 
Museo d’Arte di Ravenna
Oliviero Toscani. Più di 50 anni di magnifici fallimenti
Fino al 30 giugno
 
Palazzina dei Giardini
Corso Cavour 2, Modena
Mata – ex Manifattura Tabacchi
Via della Manifattura dei Tabacchi 83, Modena
Palazzo Santa Margherita.
Corso Canalgrande 103, Modena
Franco Fontana – Sintesi
Fino al 25 agosto
 
Museo della Figurina
Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, Modena
Pop Therapy. Lo spirito rivoluzionario delle figurine Fiorucci
Fino al 25 agosto
 
Galleria Primo Piano
Vicolo San Bernardino 1, Rimini
David Lynch. Dreams – A Tribute to Fellini
Fino al 14 luglio

Leggi Anche

Botswana, allarme avvoltoi: 537 le vittime di avvelenamento -FOTO

Strage di avvoltoi in Botswana: sterminio di massa di uno degli animali a rischio di …