sabato , settembre 22 2018
Home / Africa / Animali da circo. I migranti obbedienti che vorremmo
Animali da circo. I migranti obbedienti che vorremmo

Animali da circo. I migranti obbedienti che vorremmo

“A me è cambiata la vita quando, mentre mangiavo la pastasciutta, guardavo il telegiornale e vedevo i morti nel Mediterraneo. Mi son detto: non è accettabile umanamente che mentre io sono qua tranquillo c’è gente che in questo momento sta morendo.

E non è un film”.
Così esordiva a Tv2000, nel programma “Revolution”, don Luca Favarin, spiegando il motivo per cui, a un certo punto della sua vita, ha deciso di dedicarsi agli ultimi.

C’è molto di papa Francesco in questo prete che, dal 2000 a oggi, sembra aver vissuto cento vite in una: dalla parrocchia, al servizio ai senza tetto, all’impegno contro lo sfruttamento della prostituzione, ai viaggi in Africa, quell’Africa da cui vengono e fuggono i più poveri della terra, quelli che noi “vorremmo più bravi, più puliti e meno fastidiosi”; quelli che i nostri telegiornali trattano come animali da circo, mettendoli in mostra quando sono violenti e nascondendoli quando “non fanno nulla di interessante”.
Questo, che è il suo primo libro (e forse l’ultimo, come suol dire don Luca, prete che certamente disturba quanto i suoi poveri), racconta un’esperienza di scelta cristiana che nasce dal basso, un’esperienza di prete che ha la forza profetica e che si mette in scia delle grandi figure “di strada”: Mazzi, Ciotti, Rigoldi, Benzi soprattutto.

.

Leggi Anche

I gorilla sono così ghiotti di cibo salato che rischiano la vita pur di ...

I gorilla sono così ghiotti di cibo salato che rischiano la vita pur di …

in foto: Credit: deepphoto I gorilla di montagna orientali (Gorilla beringei beringei) sono così ghiotti …