mercoledì , Giugno 26 2019
Home / Europa / Al Meet Forum 2019la road mapper il settore. TTG media partner

Al Meet Forum 2019la road mapper il settore. TTG media partner

Tracciare la road map per il turismo futuro di tutto il Mediterraneo. Questo l’ambizioso obiettivo di Meet Forum, il Mediterranean European Economic Forum promosso e organizzato da Portale Sardegna Spa, che anche quest’anno vedrà TTG Italia come media partner.

“L’intento è chiaro – ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione l’a.d. di Portale Sardegna Massimiliano Cossu (nella foto) -: fare dell’evento un’occasione di confronto con le altre realtà turistiche del Mediterraneo, per capire come si muovono i Paesi vicini a noi e trarne beneficio per il nostro territorio”.

La nuova location: il Forte Village
La due giorni, programmata per sabato 5 e domenica 6 ottobre, quest’anno per la sua quarta edizione si trasferisce dal Parco Naturale Regionale dell’Oasi di Tepilora – sede dell’edizione 2018 – alla costa Sud della Sardegna, al Forte Village. “Una location ideale – ha commentato Marco Lucrezi, direttore marketing Forte Village – per un evento che è andato crescendo di anno in anno e che vorremmo diventasse un appuntamento fisso per la nostra struttura. Una due giorni che mette in luce la centralità della Sardegna nel Mediterraneo e che, nel contempo, rappresenta un’occasione di formazione e business imperdibile”.

Le occasioni di business
In effetti l’appuntamento, come ha sottolineato Cossu, si presenta come un evento ad alta densità formativa: “Il primo giorno sarà dedicato ai seminari, mentre nel secondo esperti e manager si confronteranno tra loro partecipando a incontri b2b. In questa edizione le occasioni di business si moltiplicheranno”.

UniCredit main sponsor
E a credere nella bontà del progetto è anche UniCredit, main sponsor di Meet Forum per il secondo anno: “Un appuntamento – ha evidenziato Marco Monteverde, area manager UniCredit – il cui obiettivo è misurare, analizzare e capitalizzare i fattori di attrazione per incrementare i flussi turistici futuri di tutto il territorio sardo”.

Un territorio le cui potenzialità sono ancora in gran parte inespresse, ha evidenziato Cossu: “Basti pensare – ha detto – che in Sardegna abbiamo 12 milioni di presenze in 25mila kmq, mentre un competitor come le Baleari di presenze ne totalizza 60 milioni in un’area di 5mila kmq. Questo non significa ‘balearizzare’ la Sardegna, ma fa comunque riflettere sugli enormi spazi di crescita che ancora abbiamo”.

Un hub di distribuzione della conoscenza
L’organizzazione del forum si avvale anche di due partner coinvolti nel comitato scientifico: Sardegna 2050 e Bto Educational. “Il nostro scopo – ha spiegato Robert Piattelli, founder BTO Educational – è far sì di contribuire a creare non un evento ‘one-shot’, bensì l’inizio di un percorso di conoscenza dei modelli di governance delle destinazioni turistiche e delle best practices internazionali. Meet Forum dev’essere appunto questo: un hub di distribuzione della conoscenza”.

Un’idea su cui concorda anche Gianfranco Fancello, founder Sardegna 2050: “Quest’anno – ha spiegato – rafforzeremo la visione mediterranea del forum e aumenteremo i laboratori in cui i relatori dialogano con gl operatori, e i tavoli tematici, dove gli esperti si confronteranno tra loro su temi quali l’innovazione e lo sguardo al futuro”.

E ha aggiunto: “Si può ipotizzare anche di creare un ebook, come era stato fatto due anni fa, in cui gli esperti tracciano la via per aiutare gli operatori a prepararsi al meglio ad esigenze di mercato che variano continuamente”.

Leggi Anche

I quattro fiorentini artisti, ma solo ad Anversa

Via delle Caldaie, notte fonda. Dalle finestrelle della vetrina del locale esce una luce fioca. …